DANNI DA FAUNA SELVATICA
1 agosto 2013

DANNI DA FAUNA SELVATICA

Si è svolto stamattina un importante incontro presso la Provincia di Frosinone in merito ai danni da fauna selvatica. L’incontro è stato convocato dal Commissario Patrizi dopo una riunione avvenuta lunedì scorso con i vertici provinciali di Coldiretti. “Ringraziamo il Commissario Patrizi non solo per la disponibilità e la sensibilità dimostrate, ma anche per l’efficienza con cui ha affrontato il problema” ha dichiarato il direttore della Coldiretti di Frosinone, Paolo De Cesare.
I danni che la fauna selvatica provoca all’agricoltura rappresentano ormai un problema notevolissimo nella nostra provincia. Solo negli ultimi due anni (2011 e 2012) si contano 1.128 segnalazioni con danni stimati da perizie tecniche in € 497.287. I danni maggiori si riscontrano alle colture foraggere e sono causati principalmente dai cinghiali, ma si contano anche 659 capi deceduti, tra bovini, equini e ovicaprini, per attacchi di lupi e orsi. Si aggiunga che non tutti coloro che hanno subito danni procedono con la segnalazione e inoltre spesso l’indennizzo, oltre che essere corrisposto a distanza di anni dall’evento, è anche inferiore al danno effettivamente subito.
“Dapprima abbiamo incontrato i Presidenti degli Ambiti Territoriali di Caccia, quindi abbiamo illustrato la problematica al Commissario della Provincia, Giuseppe Patrizi. Oggi abbiamo sottoposto all’attenzione di tutti i convenuti, inclusi il Responsabile della Polizia Provinciale e i dirigenti degli uffici interessati, l’attuazione di un piano di controllo delle specie maggiormente nocive, in primo luogo i cinghiali, per effettuare un censimento e per procedere con attività di prevenzione nelle zone maggiormente colpite. In secondo luogo abbiamo richiesto il pagamento tempestivo dei danni e, soprattutto, l’erogazione degli indennizzi relativi al 2011 e al 2012”, ha commentato il direttore della Coldiretti. “La Provincia aveva già iniziato alcune attività di prevenzione e inoltre ha garantito il pagamento degli indennizzi relativi al 2011 e al 2012 entro il mese di settembre. Pertanto, siamo soddisfatti dell’incontro in quanto abbiamo riscontrato la disponibilità di tutti nell’affrontare concretamente il problema, ma rimarremo in stato di mobilitazione finché non inizieranno realmente le attività di prevenzione e di pagamento degli indennizzi. Per domani, intanto, la Coldiretti ha organizzato una grandissima Assemblea lungo la Salaria, all’altezza dello svincolo di Passo Corese, alla quale parteciperanno oltre 2000 agricoltori laziali, proprio per mantenere alta l’attenzione su questa problematica e anche dalla provincia di Frosinone parteciperanno circa 300 agricoltori”, conclude il direttore De Cesare.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi