La Coldiretti di Frosinone è presieduta dal 24 luglio 2012 da Vinicio Savone e diretta da Pietro Greco. Costituita nel 1952 annovera 5867 associati. E’ dislocata sul territorio con 4 Aree Organizzative comprendenti 7 Unità Locali e 53 sezioni comunali.
L’economia ciociara è stata condizionata da un trentennio di industrializzazione che oggi pone le basi per fare un consuntivo.
Non si possono negare  i benefici effetti del processo di industrializzazione pur non ignorando alcune irrazionalità che hanno fatto registrare non pochi sprechi di risorse e che  stanno oggi rischiando di aggravare in modo irreversibile la situazione occupazionale della nostra provincia.
La realtà dimostra che le visioni unilaterali di settore finiscono per produrre effetti negativi in generale ed anche per lo stesso settore inizialmente favorito.
Tra le province laziali Frosinone è senza dubbio quella che ha registrato i miglioramenti più consistenti del suo sistema produttivo globalmente inteso.
Si è trattato però di uno sviluppo delle basi fragili che è entrato in crisi non appena si è affacciata la congiuntura sfavorevole che ha investito l’intera economia del Paese.
Si sta sempre più evidenziando una forte e preoccupante senilizzazione degli addetti. Tali elementi di debolezza strutturale, in un momento di forte concorrenzialità, stanno sempre più marginalizzando le produzioni agricole provinciali.
Le diversità geografiche del territorio condizionano notevolmente le coltivazioni che vanno da quelle erbacee, nelle zone più pianeggianti, a quelle arboree (soprattutto vite ed olivo) e zootecniche   della collina e montagna.
A tali difficoltà strutturali si sono sommate negli ultimi anni anche difficoltà congiunturali che hanno colpito l’intera economia e che hanno contribuito ad accelerare in modo drammatico la situazione di crisi nel settore agricolo provinciale.
Oggi, dopo il primo P.S.R. c’è una vitalità positiva ed importante che sta premiando gli sforzi di chi mira alla qualità e alla professionalità in agricoltura. Agriturismo, vendita diretta e settori come l’allevamento bufalino ed il florovivaismo stanno crescendo migliorando l’offerta e dando risposte al mercato che registra una domanda sempre più chiara oltre che di qualità anche di riconducibilità dei territori di produzione.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi