Consorzio di Bonifica “Valle del Liri”
19 novembre 2011

Consorzio di Bonifica “Valle del Liri”

“Si è persa una buona occasione per rimanere zitti” – così il Presidente uscente del Consorzio di Bonifica Valle del Liri, Franco Mastronicola, in merito alle dichiarazioni rilasciate da alcuni rappresentanti della lista “Unità dei Consorziati”. In particolare, “Sono quanto meno inopportuni gli attacchi del dott. Carrocci all’Amministrazione uscente, visto che egli stesso fa parte a pieno titolo di quell’Amministrazione in qualità di attuale consigliere dell’Ente”. “Né, tra l’altro, - continua Mastronicola – “si ricordano interventi  critici verso la gestione del Consorzio da parte del dott. Carrocci in seno al Consiglio”. “Forse la sua candidatura in una lista diversa da quella in cui era stato precedentemente eletto, dimostrando con ciò, peraltro, la sua correttezza e la sua coerenza, è motivata solo dall’ambizione personale”.“Penso che i consorziati siano perfettamente in grado di comprendere i veri interessi che muovono alcune candidature, in special modo quando si trovano di fronte a persone che si occupano di agricoltura e di consorzi solo in occasione del voto” – dichiara il direttore della Coldiretti, Paolo De Cesare, che continua: “Per stessa ammissione dei candidati, la lista Unità dei Consorziati nasce per volontà del sindaco di Cassino: questa chiara sponsorizzazione politica denota l’anima strettamente partitica di questa lista”. “Ritengo – aggiunge De Cesare – “che il Consorzio di Bonifica non abbia alcun bisogno di liste di partito e che anzi queste rappresentino una deriva deleteria verso il tentativo della politica di occupazione sistematica  di ogni posizione all’interno degli Enti territoriali”. “I Consorzi di Bonifica – prosegue De Cesare – hanno bisogno di amministratori capaci che sappiano interpretare le esigenze del territorio e gestiscano l’Ente con economicità ed efficienza, in modo da offrire servizi puntuali ai consorziati, anche realizzando le necessarie opere di miglioramento fondiario e gravando il meno possibile sulle tasche dei contribuenti”. “Purtroppo la politica dei partiti – conclude De Cesare – non brilla per la buona amministrazione e di poltrone ne ha già troppe: se vuole rendere davvero un servizio utile al Paese, cerchi di gestire al meglio gli Enti che già amministra e sappia confrontarsi, nel rispetto reciproco dei ruoli, con le altre forze della rappresentanza presenti sul territorio”

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi