APERTO UNO SPORTELLO PER I FABBRICATI RURALI PER LE VARIAZIONI DELLE CATEGORIE CATASTALI
13 marzo 2012

APERTO UNO SPORTELLO PER I FABBRICATI RURALI PER LE VARIAZIONI DELLE CATEGORIE CATASTALI

Il “decreto sviluppo” (DL 70/2011) stabilisce che i fabbricati che rispettano i requisiti di ruralità (e che quindi godono di tutta una serie di agevolazioni fiscali ) se iscritti a categorie diverse da A/6 per i locali abitativi e D/10 per i locali strumentali alla attività (stalle, magazzini agricoli, ecc) dovranno essere dichiarati al catasto entro la fine di giugno presentando una autocertificazione all’Agenzia del Territorio che attesti che il fabbricato rispetti da almeno cinque anni i requisiti oggettivi e soggettivi stabiliti dalla normativa sui fabbricati rurali risalente al 1993. La Coldiretti di Frosinone in tutti gli uffici presenti presso i i centri della provincia, ha istituito uno sportello informativo utile a fornire informazioni e redigere le richieste. L’attribuzione delle categorie A/6 e D/10 infatti - spiega Coldiretti - è effettuata a seguito della presentazione all’Agenzia del Territorio di una domanda di variazione della categoria catastale a cui deve essere allegata un’autocertificazione nella quale il richiedente dichiara che l’immobile possiede i suddetti requisiti di ruralità.
Si tratta di una grande opportunità da non sottovalutare - precisa Coldiretti - in grado di contribuire, tra l’altro, alla chiusura definitiva dei “contenziosi” aperti, o che potrebbero aprirsi, nei confronti dei Comuni per il pagamento delle imposte locali quali l’ICI.
Quindi i proprietari di fabbricati rurali iscritti nel catasto fabbricati in categorie diverse hanno interesse a presentare alla Agenzia del territorio la richiesta di modifica. “Due gli aspetti da tenere presente circa l’opportunità di presentare questa richiesta – ha detto il direttore De Cesare – il primo legato alla possibilità di non subire accertamenti in materia di imposta comunale e, il secondo, legato al futuro ossia al fine di poter utilizzare senza contestazioni l’aliquota ridotta del 2 per mille relativamente ai fabbricati strumentali”.  Per questo l’Organizzazione agricola invita tutti gli interessati a rivolgersi quanto prima presso gli uffici zona Coldiretti, per verificare la propria posizione.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi