SINDACALE
27 giugno 2013

SINDACALE

Riforma della PAC: verso la fase finale dei negoziati, si avvicina un compromesso

Durante il pomeriggio del 24 giugno 2013, fino a tarda notte, si sono svolti una serie di triloghi tra i rappresentanti di Commissione, Parlamento e Consiglio europei, con lo scopo di risolvere gli ultimi nodi e finalizzare un testo il più possibile condiviso sul pacchetto di riforma della Pac. Tra i punti ancora irrisolti, vi sarebbero la data di abolizione delle quote zucchero (sulla quale resterebbero ancora divergenze tra Parlamento, da un lato, e Commissione e Consiglio dall’altra), la questione del tabacco (non si sarebbe ancora deciso se consentire agli Stati membri di continuare ad applicare le norme in vigore o se prevedere una misura ad hoc), alcuni aspetti del greening (misure di equivalenza). Sembrerebbe invece esser stato raggiunto un accordo sulla questione delle colture permanenti nel greening. Per quanto riguarda gli aiuti accoppiati, ci si sarebbe accordati per una soluzione che vedrebbe un tasso massimo del 13% più un 2% per le colture proteiche. Ieri mattina la Presidenza irlandese ha informato i ministri dell'Agricoltura degli Stati membri, riuniti a Lussemburgo, in merito ai risultati dei triloghi svoltisi la notte precedente. In particolare, è stato distribuito un documento in cui erano indicati, per le questioni ancora aperte, i possibili punti di compromesso. Lo sforzo generale è quello di accorciare le distanze tra le differenti posizioni delle Istituzioni. Il presidente della Commissione Agricoltura (ComAgri) Paolo De Castro, ha riconosciuto che i negoziati stanno proseguendo nella giusta direzione; ha chiesto tuttavia alla presidenza irlandese ancora uno sforzo affinché il Consiglio mostri più flessibilità su alcune questioni. Ricordando la disponibilità al compromesso e la volontà di chiudere il prima possibile i negoziati, De Castro ha ribadito ancora una volta la necessità che l'accordo finale dovrà incontrare le richieste del Parlamento. Anche il commissario per l'Agricoltura e lo Sviluppo rurale Dacian Ciolos e il ministro irlandese per l'Agricoltura Simon Coveney si sono mostrati fiduciosi per una rapida conclusione di un accordo. La fase finale dei negoziati dovrebbe chiudersi con una riunione straordinaria della ComAgri, in programma per oggi, 26 giugno 2013, a Bruxelles. Durante la riunione, che potrebbe essere quella decisiva, i MEP valuteranno i risultati degli ultimi triloghi. Se un accordo non sarà stato raggiunto entro la fine del mandato della Presidenza irlandese, il dossier di riforma della Pac passerà alla Presidenza lituana, in carica dal prossimo 1° luglio. "Anche nei due giorni qui a Lussemburgo abbiamo ribadito che la posizione italiana va tenuta in considerazione nella riforma della Pac, ponendo con decisione dei paletti irrinunciabili per non vedere svenduti i nostri diritti a vantaggio di altri. L'Europa è un grande insieme di identità e deve preoccuparsi di far crescere tutti gli Stati membri, tenendo in conto le peculiarità delle diverse aree. L'identità italiana, anche in agricoltura, è molto forte." Così ha dichiarato il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Nunzia De Girolamo a margine del Consiglio dei ministri dell’Agricoltura e della pesca dell’Unione europea a Lussemburgo. "Considerato il percorso fatto dalla riforma in questi anni – ha proseguito De Girolamo – va detto che siamo riusciti ad ottenere degli importanti risultati, grazie all’impegno della nostra delegazione. Anche sul piano della convergenza interna, ad esempio, abbiamo contribuito a far sì che passasse una linea che non penalizzasse eccessivamente le esigenze dei nostri agricoltori. Grandi passi in avanti sono stati fatti per i giovani agricoltori, per favorire il loro inserimento, così come sul fronte del greening e delle organizzazioni dei produttori."

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi