SINDACALE
5 giugno 2014

SINDACALE

Agricoltura: vero modello di sviluppo del Paese

Sono le tre del mattino quando si muove il primo pullman da Borgorose e a questo si accodano quelli provenienti da Rieti, Passo Corese, Magliano, Poggio Mirteto per raggiungere il Pala Mandela di Firenze attesi da diecimila imprese agricole provenienti dalle regioni del centro Italia. Come sempre gli imprenditori reatini ci hanno messo la faccia, come fanno ogni giorno, producendo quotidianamente le eccellenze del vero Made in Italy e dando il proprio contributo all'ottima riuscita dell'assemblea territoriale Coldiretti del  Centro-Italia dal titolo “L’agricoltura di chi ama l’Italia”. Al centro dell’appuntamento non solo la lotta contro le frodi alimentari, ma anche la tutela dell'ambiente e i nuovi sviluppi in fatto di green economy. Protagonisti della giornata, oltre le migliaia di agricoltori presenti, il Presidente nazionale Coldiretti Roberto Moncalvo insieme a numerosi ospiti, dal ministro delle politiche agricole Maurizio Martina al ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti fino agli assessori di diverse regioni. Presenti sul palco anche il procuratore Giancarlo Caselli, presidente del comitato scientifico dell’Osservatorio sulla criminalità nell’agroalimentare, il presidente di Federconsumatori Rosario Trefiletti. "L'effetto e le emozioni provate all'interno di un palazzo lo sport gremito di produttori - afferma Gabriel Battistelli, direttore della Coldiretti di Rieti - sono incredibili e difficili da raccontare. Il programma è di altissimo livello, gli interventi di grande qualità spaziano dalle tematiche più ampie legate ai consumi  delle famiglie a quelle più tecniche come le ultime decisioni sulla politica agricola comune e i danni da animali selvatici che ormai rappresentano una vera emergenza per tutto il Paese. Importanti gli interventi del ministro dell'agricoltura Maurizio Martina e del ministro all'ambiente Gian Luca galletti che, sollecitato dal presidente nazionale Roberto Moncalvo, hanno espresso una chiara posizione sul ruolo dell'agricoltura nel sistema economico del nostro paese nonché una presa di posizione netta e chiara contro gli OGM da condividere durante il semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea con gli altri partner comunitari. L'agricoltura - conclude Battistelli - ha ripreso il posto centrale nella graduatoria degli interessi e delle priorità degli italiani e noi vogliamo metterla al centro dello sviluppo sostenibile del Paese". A confermare la crescente tendenza green degli ultimi anni è quanto emerge dal dossier "Lavorare e vivere in Italia" elaborato in occasione della Giornata Mondiale dell'Ambiente proclamata dall'ONU. Alla domanda su quanto siano importanti i vari settori per l’economia italiana, turismo e agricoltura si piazzano al primo posto, con il 73 per cento delle preferenze, davanti ad artigianato (60 per cento), industria (53 per cento), servizi (49 per cento), commercio (47 per cento), mentre la finanza si colloca all’ultimo posto con il 24 per cento. E per oltre quattro italiani su dieci (il 42 per cento) l’importanza dell’agricoltura è destinata a crescere nei prossimi anni, contro un 38 per cento secondo cui resterà uguale e un 16 per cento che ritiene diminuirà. "I giovani hanno visto prima e meglio di altri dove ci sono reali prospettive e di fiducia per far tornare a crescere l’Italia” ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che “è in atto una rivoluzione generazionale che punta su quegli asset di distintività nazionale che garantiscono un valore aggiunto nella competizione globale come il territorio, il turismo, la cultura, l’arte, il cibo e la cucina”. "In un momento in cui il mercato del lavoro è in crisi ed è venuta meno la stessa idea che l’industria possa dare a tutti un posto, con le situazioni drammatiche cui stiamo assistendo in queste settimane - afferma Enzo Nesta, presidente della Federazione Provinciale Coldiretti di Rieti, alla guida della delegazione che ha partecipato ai lavori di Firenze- l’agricoltura moderna e multifunzionale consente oggi ai giovani di avviare un’attività imprenditoriale nella quale esprimere le proprie idee e il proprio vissuto di esperienza e cultura. Sono questi i veri valori con cui Coldiretti opera in tutta la provincia di Rieti, con la consapevolezza che solo una efficace azione volta a preservare la qualità e la tipicità dei nostri prodotti unitamente alle bellezze del territorio e alla sua ricchezza culturale possono rappresentare un futuro di una agricoltura che ama l'Italia".

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi