EXPO: COLDIRETTI LAZIO, ULTIMO GIORNO A MILANO. I PERCORSI DEL PELLEGRINO VERSO IL GIUBILEO,DONNE E CULTURA AGRICOLA NEL MEDITERRANEO E CIBO “DA STRADA” NELL’ANTICA ROMA
12 luglio 2015

EXPO: COLDIRETTI LAZIO, ULTIMO GIORNO A MILANO. I PERCORSI DEL PELLEGRINO VERSO IL GIUBILEO,DONNE E CULTURA AGRICOLA NEL MEDITERRANEO E CIBO “DA STRADA” NELL’ANTICA ROMA


Termina oggi la settimana in cui nel Padiglione Coldiretti, cardo sud opposto all’Albero della Vita, è andato in scena il meglio dell’agroalimentare laziale con una passerella delle eccellenze, della cultura e della tradizione delle cinque Province della regione, presentate dalla Coldiretti del Lazio.
L’Associazione degli agriturismi di Coldiretti – Terranostra – racconta come è possibile unire nel Lazio percorsi religiosi di cui la regione è ricca – dai luoghi di San Francesco nel reatino, passando per il tratto laziale della Via Francigena per non dimenticare Roma e i suoi dintorni – alla conoscenza delle eccellenze enogastronomiche che si possono degustare e acquistare negli agriturismi della Rete di Campagna Amica  (83 in tutta la regione), insieme ad una accoglienza di qualità.
Il Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco, con inizio il prossimo, ottobre è l’occasione per ricordare ai visitatori il grande patrimonio storico, culturale e gastronomico del Lazio, quando questi fra qualche mese si trasformeranno in pellegrini.
La giornata ad EXPO nel padiglione Coldiretti è poi ricca di ulteriori attrazioni: il laboratorio “vita da frittata”,  durante il quale l’imprenditrice Ilaria Marino mette in campo una vera e propria lezione sul classico menù della scampagnata riscoprendo i vecchi sapori della tradizione con dimostrazioni di come evitare gli sprechi e l’arte del riciclo in cucina.
Protagoniste le donne e i cereali con l’evento “I semi della vita”: Impresa donna (associazione della Coldiretti),  Cerealia e l’ambasciata di Croazia raccontano storie di donne e cultura agricola nel Mediterraneo, attraverso proiezione di video, laboratori e degustazioni di pietanze preparate secondo ricette dell’antica Roma, con esempi di “cibi da strada” ante litteram.
A fare da contorno alla bella giornata, nello spazio antistante il padiglione, gruppo di donne in abiti d’epoca, introducono i visitatori alle diverse proposte espositive.
“Credo che il valore aggiunto della presenza di Coldiretti Lazio qui ad Expo, sia stato unire alla fase espositiva, il momento dell’esperienza diretta da parte del visitatore con degustazioni, laboratori e conoscenza non virtuale del grande patrimonio enogastronomico della regione Lazio”. Cosi il direttore di Coldiretti Lazio, Aldo Mattia che conclude sottolineando come  “i veri protagonisti rimangano gli imprenditori agricoli che come dimostra il layout del nostro padiglione vi hanno realmente “messo la faccia”.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi