CONSORZIO OVICAPRINO REGIONALE
10 agosto 2012

CONSORZIO OVICAPRINO REGIONALE


 
Nei giorni scorsi è stato costituito il Consorzio Ovicaprino regionale che può e deve rappresentare un utile strumento per invertire un trend che nel settore è abbastanza negativo non solo in Ciociaria ma anche nella nostra regione. Ne è convinto il direttore provinciale della Coldiretti di Frosinone, Paolo De Cesare che a tal proposito ha dichiarato: “In provincia di Frosinone il settore rappresenta un riferimento importante sia per storia  e tradizione che per qualità dei prodotti e per numero di capi. Sono certo che questo nuovo organismo potrà essere utile per valorizzare le produzioni ovicaprine della Ciociaria e le tipicità di una delle migliori produzioni della nostra agricoltura. Coldiretti si è posta da tempo, mediante il proprio progetto per una filiera tutta agricola, la realizzazione di iniziative tese a dare risposte concrete alle propri imprese nella valorizzazione delle produzioni finalizzate a nuovi scenari con i quali attivare percorsi virtuosi e più congeniali alle attese delle imprese che mirino alla rintracciabilità e alla certificazione del prodotto”. Nel cda del consorzio sono stati eletti Loris Benacquista, past presidente di Coldiretti Frosinone oltre che affermato allevatore e produttore di marzolina, e Cristina Scappaticci, responsabile di Donne Impresa di Coldiretti Frosinone e conduttrice dell’impresa agrituristica “Valle Reale” di Arpino. Il neo presidente del Consorzio, Mauro Delfini, allevatore romano ha affermato.“ E’ necessario – ha detto Delfini – anche per gli allevatori ovicaprini, favorire l'accesso a nuovi mercati ma anche al credito individuando nuove modalità per l’assistenza nella fasi di contratti con strutture medio-grandi. Allo stesso modo, ha aggiunto Delfini, promuovere e coordinare studi e ricerche concernenti il miglioramento delle tecniche produttive e della organizzazione di mercato. Nel Lazio le aziende attive sono oltre 8.700 aziende, il numero di capi nella regione è pari a 760.903 totali, di cui 715.397 ovini, 45.506 caprini, a Frosinone insistono l’11% dei capi. L’intento del Consorzio, che tornerà a riunirsi il prossimo 23 agosto, proprio in Ciociaria, è quello di sviluppare una filiera produttiva di alta qualità per il latte di capra ed i suoi derivati, seguendone il percorso dall’allevamento alla commercializzazione.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi