COLDIRETTI VITERBO: TAGLIO DEL NASTRO PER IL NUOVO RECAPITO A MARTA
4 novembre 2014

COLDIRETTI VITERBO: TAGLIO DEL NASTRO PER IL NUOVO RECAPITO A MARTA

É stata naugurata, nei giorni scorsi, la nuova sede dell’Ufficio di recapito a Marta. Ampi e confortevoli locali ospiteranno i giorni martedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.00 i funzionari della Coldiretti per garantire i servizi di patronato gratuitamente a tutti i cittadini oltre che agli imprenditori agricoli. Spazio ovviamente per tutte le pratiche e le consulenze tecniche e fiscali. Dopo il taglio del nastro e la benedizione dei nuovi locali da parte di Don Roberto Fabiani, parroco di Marta, la cerimonia inaugurale è proseguita con il saluto dei vertici Coldiretti all’interno dei locali in via Laertina. Molti gli imprenditori agricoli presenti con i responsabili locali, con, in primis il vicepresidente delle sedi locali Marta- Capodimonte Giuseppe Mazzarrini. Andrea Pedica, neo responsabile di comprensorio, ha fatto gli onori di casa prima di dare la parola al direttore Renna. Presenti tra gli altri anche l’assessore Pistoni Cinzia ed il sindaco Lucia Catanese. “Stiamo inaugurando un presidio importate - ha detto il direttore Renna – che per noi è strumento di lavoro e di aggregazione. Era necessario disporre di una sede più accogliente e dignitosa. Coldiretti deve essere il punto di riferimento dei coltivatori e dei cittadini di Marta con l’obiettivo di accompagnarli nei percorsi farraginosi della burocrazia istituzionale oltre che nei meandri delle varie richieste ”.
Il presidente provinciale Mauro Pacifici ha auspicato che “Coldiretti possa tutelare ancora di più i coltivatori diretti per affrontare le tante difficoltà da affrontare in questo momento di crisi. E’ necessario il risveglio delle nostre aree, dell’impegno personale di noi imprenditori e della collaborazione delle istituzioni - ha proseguito Pacifici- per la valorizzazione dei nostri prodotti e così possiamo sperare nella ripresa delle nostre attività”.
Secondo il direttore Renna “le sfide che ci aspettano sono abbastanza delicate. In questo momento subiamo un furto d’identità con la contraffazione ed un furto di reddito con meno soldi nelle tasche degli imprenditori agricoli”. 

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi