19 agosto 2014

COLDIRETTI VITERBO A FARNESE PER VALORIZZARE LE PRODUZIONI LOCALI

Come Coldiretti abbiamo inteso raccogliere l’invito dei referenti dell’associazione agro-pastorizia farnesana-sarda poiché riteniamo questo appuntamento importante e in linea con finalità e obiettivi di Campagna Amica e Coldiretti tesi anche alla valorizzazione delle produzioni agricole locali e la sostenibilità ambientale. Così Mauro Pacifici, presidente di Coldiretti Viterbo spiega la collaborazione della propria organizzazione agricola in occasione della settima edizione della Festa della Pastorizia in programma a Farnese dal 21 al 24 agosto 2014. “Per questi motivi – ha aggiunto il numero uno della Coldiretti della Tuscia - il nostro patrocinio convinto è andato all’iniziativa che quest’anno taglia il traguardo della settima edizione in una delle zone più belle ed incontaminate della provincia di Viterbo dove, tra l’altro il neo sindaco, Massimo Biagini, è un nostro consigliere provinciale apprezzato e sempre attento e puntuale alle problematiche agricole e non solo della propria comunità.
Nei consensi per Campagna Amica, tra i trionfi delle migliori produzioni agricole e delle tipicità alimentari del territorio, il lavoro dei pastori, degli allevatori rappresenta uno dei punti di forza. L’abbacchio rinomato e i molti formaggi con profumi unici ed intesi, particolari e affascinanti che tramandano consuetudini e armonie uniche ed irripetibili, saranno i veri protagonisti della Festa che ogni anno richiama migliaia di visitatori  - ha detto ancora Pacifici che sarà a Farnese insieme ai rappresentanti del Consorzio per la Tutela dell’Abbacchio Romano, con quelli dell’Azienda Romana Mercati, del Copal, l’organizzazione dedicata alla pastorizia voluta da Coldiretti Lazio e con il direttore regionale di Coldiretti Aldo Mattia oltre che al direttore provinciale di Coldiretti Viterbo, Andrea Renna. Proprio quest’ultimo ha sottolineato: “Appuntamenti come questi rappresentano motivo di soddisfazione per noi e le nostre aziende agricole. Rappresentano occasioni utili per veicolare i contenuti del progetto di Coldiretti per una filiera agricola tutta locale, promuovere l’italianità e distintività dei nostri prodotti locali e stringere sinergie con soggetti che condividono i nostri stessi intenti tesi a dare sempre maggiore soddisfazione agli imprenditori agricoli.  Produzioni selezionate all’origine e garantite, per una spesa sana e consapevole in un territorio come quello della Tuscia, che come Lazio ha il primato dei capi (oltre 327.000), degli allevamenti e dei litri di latte prodotti (più di 17 milioni di litri), devono essere il binario per valorizzare meglio i sacrifici di quanti si dedicano a questo settore”.  “Migliorare il marketing e tentare in sinergia di far affermare ancora meglio il nostro prodotto inteso non solo come abbacchio e formaggio ma anche e soprattutto come latte – ha concluso Pacifici -  è per noi, più che una prerogativa. Su questo continueremo a declinare i nostri progetti nella consapevolezza di avere alleati i consumatori e di dare merito ai sacrifici dei nostri pastori”.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi