CINGHIALI
6 settembre 2015

CINGHIALI

Cinghiali, Coldiretti Roma: "In aumento le segnalazioni, urge intervento"

«Da tempo la Coldiretti ha evidenziato la pericolosità e i gravi danni causati dall'incremento esponenziale dei cinghiali, ormai oltre un milione in Italia, cercando il dialogo e presentando proposte concrete alle Istituzioni competenti. Purtroppo però il problema è ancora colpevolmente sottovalutato, nonostante i tragici episodi di questa estate e gli avvistamenti sempre più frequenti a ridosso delle aree urbane, non solo nel quadrante Nord della capitale. Sono infatti in costante aumento le segnalazioni che ci arrivano dagli agricoltori da numerose aree della città: dalla zona di Decima Malafede a quella a ridosso del Parco dell'Insugherata, dalla Giustiniana alla Bufalotta, senza dimenticare i Castelli Romani, dove il problema è gravissimo e la situazione ormai fuori controllo. Serve quindi una strategia ben delineata e un immediato intervento di contenimento, non più procrastinabile, per difendere sia la sicurezza dei cittadini sia le eccellenze agricole del territorio tutelando così i coltivatori che, sempre più spesso, vedono distrutti i loro raccolti e uccisi gli animali allevati con conseguenze disastrose non solo dal punto di vista economico. La Coldiretti ha stimato che, nel 2014, tra assalti alle stalle, raccolti distrutti e incidenti stradali provocati dagli ungulati ci sono stati circa 100 milioni di euro di danni». - Lo comunica in una nota David Granieri, presidente di Coldiretti Roma.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi