BONIFICA
22 novembre 2011

BONIFICA

Da Viterbo grande soddisfazione per i risultati nei Consorzi di Bonifica

A bocce ferme, con qualche giorno ormai trascorso dall’euforia di una importante affermazione salutiamo con grande soddisfazione i risultati registrati nelle elezioni dei Consorzi di Bonifica nella nostra provincia che hanno sancito, per la Coldiretti e per la CIA nonché per quella parte di Confagricoltura che ha ritenuto di dar seguito agli impegni presi 5 anni fa, un importante successo da condividere, ovviamente, con quanti si sono riconosciuti nelle nostre liste. La concertazione, la presenza sul territorio, gli incontri e la grande collaborazione registrata hanno permesso di catalizzare attenzione e consensi alla nostra lista composta, per oltre il 60% , di nuovi imprenditori alla prima esperienza pur nella continuità dei rapporti e degli accordi. Mentre al Consorzio Val di Paglia l'unità del mondo agricolo ha portato ad una lista unitaria con la partecipazione di tutte le componenti del sistema agricolo, in Maremma le cose sono andate diversamente. La sconfitta della ‘inpolitica’ e della rappresentanza degli interessi e delle ambizioni personali (queste ultime sicuramente legittime) deve rappresentare un monito per quanti hanno tentato alleanze e strategie rivelatesi negative e non comprese da imprese e cittadini. Chi ha incentrato la propria campagna elettorale sullo scontro, su presunte deleghe ad operare in nome e per conto o su missive poco trasparenti, è stato soprattutto penalizzato in aree come Pescia e Montalto dove l'essere conta più dell'apparire e a Tarquinia dove gli imprenditori agricoli e i consorziati, si sono fatti trovare pronti per questo appuntamento di democrazia a testimonianza di un sano protagonismo ed interesse esclusivo per il territorio. L'impegno degli eletti ora, in tutti i consorzi e per tutti i consorziati, dovrà guardare alla tutela e alla valorizzazione del territorio, alla messa in sicurezza, alla gestione della risorsa irrigua per garantire condizioni territoriali indispensabili alla vita civile e alle attività produttive. Si apre un nuovo corso che indubbiamente dovrà tentare la realizzazione di economie di scala tese a contenere ancora di più i costi, l’applicazione, ogni volta possibile, della legge di orientamento, la ulteriore implementazione di attività tese a produrre energia a Km.0, mini idroelettrico e fotovoltaico (quest’ultimo da realizzarsi sui bacini di raccolta delle acquee, sui tetti dei fabbricati ma non sui terreni da coltivare). Insomma dei consorzi ancora più vicini ai cittadini, ai territori e alle imprese, ma soprattutto a quella sicurezza idraulica che unici sanno assicurare in questa Regione. Un sentito ringraziamento dalla Coldiretti e dalla Cia a tutti coloro che hanno sostenuto la nostra lista trovando ampia convergenza "Abbiamo profuso il massimo impegno – hanno commentato Gabriel Battistelli, direttore Coldiretti Viterbo, e Petronio Coretti, Presidente Cia– ed i risultati sono arrivati anche grazie alle riunioni che abbiamo fatto nel territorio in un sano e costruttivo confronto che poco spazio hanno lasciato a sterili strumentalizzazioni. Ringraziamo quanti hanno voluto concederci la propria fiducia lavorando al nostro fianco per avvicinare più persone possibili. Le polemiche e le critiche, a volte anche pesanti, che sono piovute addosso alle nostre organizzazioni le rispediamo, insieme ai numeri dell’importante vittoria elettorale, al mittente".

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi